Roberto Foglietta e Roberto Travaglini Sensei

I due Roberto, come era solito chiamarli scherzosamente il Maestro, sono i due insegnanti che raccogliendo il testimone di Fujimoto Shihan portano avanti la sua didattica, sono per noi un prezioso punto di riferimento, le due seguenti biografie sono tratte dai siti dei loro dojo.

Roberto Foglietta Sensei

Roberto Foglietta6° dan dell’Aikikai d’Italia e dell’Aikikai Hombu Dojo di Tokyo. Nato a Urbino il 12/04/54, dopo aver praticato Judo con il Mº Romagnoli Ezechiele (5° dan Judo; 3° dan Aikido) e Tae Kwon Do con il Mº Chung Kwang Soo (9° dan), nel 1976 inizia la pratica dell’Aikido prima con il Mº Marcolini Romeo (3° dan Aikikai) continuando poi con il M° Romagnoli Ezechiele.

Nell’estate del 1977 frequenta il suo primo seminario di Coverciano dove ha l’occasione di conoscere il Mº Hiroshi Tada (9° dan Aikikai Shihan), il Mº Yoji Fujimoto (8° dan Aikikai Shihan), il Mº Hideki Hosokawa (7° dan Aikikai Shihan) e il Mº Jun Nomoto (7° dan Aikikai Shihan) e, nello stesso seminario, sostiene il suo primo esame con il Mº Fujimoto ottenendo il grado di 5° kyu. Inizia da quel momento, con sempre maggiore intensità, la frequentazione degli stage dei vari maestri e, in particolare, del Mº Fujimoto del quale è stato Uke dal 1979 fino all’età di 50 anni.

Dal 1982 ha soggiornato ripetutamente in Giappone per periodi da due a quattro mesi praticando presso l’Hombu Dojo, il Gessoji Dojo del Mº Tada e il Satomi Hakken Kai del Mº Nomoto.

Ha tenuto e tiene tuttora lezioni e seminari in Italia e all’estero.

Tratto da Aikido Renbukai

Roberto Travaglini Sensei

Roberto Travaglini6° dan dell’Aikikai d’Italia e dell’Aikikai Hombu Dojo di Tokyo. Ha praticato judo con il M° Ezechiele Romagnoli (5° dan judo e 3° dan Aikido) e nel 1979 inizia la pratica dell’Aikido.

È stato allievo diretto del Maestro Yoji Fujimoto (8° dan Aikikai Shihan), da cui ha ricevuto l’attuale grado dan.

Inizia da subito a frequentare seminari di Aikido con diversi maestri giapponesi, soprattutto quelli diretti dal M° Fujimoto, cui dal 1983 ha sempre fatto da uke. Ha seguito e continua a seguire i Maestri Hiroshi Tada (9° dan Aikikai Shihan) e Hideki Hosokawa (7° dan Aikikai Shihan), facendo anche a questi maestri da uke.

È diventato shodan nel 1983 (M° Fujimoto), nidan nel 1986 (M° Hosokawa), sandan nel 1989 (M° Hosokawa), yondan nel 1995 (M° Tada), godan nel 2001 (M° Tada) e rokudan nel 2010 (M° Fujimoto).

Insegna Aikido dal 1990, fondando i dojo di Fano e Forlì. Nel 1991 apre il dojo Aikido Keiko di Bologna, scuola diventata nel 2014 l’associazione culturale Fujinami, di cui è tutt’ora responsabile didattico.

Ha tenuto e continua a tenere lezioni e seminari in Italia e all’estero.

Inoltre, insegna discipline pedagogiche presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, durante i cui corsi svolge anche approfondimenti sull’arte dell’Aikido quale strumento educativo-pedagogico. Ha scritto e curato diversi saggi psicopedagogici, tra cui i volumi Educare con l’Aikido, Erickson, Gardolo (TN) 2009 e I processi formativi dell’Aikido, ETS, Pisa 2011.

Tra il 2006 e il 2013 ha ricevuto un incarico di docenza per corsi (strutturati in seminari) per la formazione di insegnanti italiani di aikido per bambini e ragazzi, su nomina dell’Aikikai d’Italia, per i quali ha curato la parte teorica.

Tratto da Aikido Fujinami Bologna